Totale 0,00 € (0)
 x 

Your shopping cart is empty!

Totale 0,00 € (0)
 x 

Your shopping cart is empty!

Ephemerides Liturgicae

Ephemerides Liturgicae
COMMENTARIUM TRIMESTRE DE RE LITURGICA
CURA ET STUDIO PRESBYTERRORUM CONGREGATIONIS MISSIONIS

Director
Alberto VERNASCHI, C.M.

Consilium Redactionis
A Secretis: Anthony Ward, S.M.
Carlo Braga, C.M., Cuthbert Johnson, O.S.B.

Coetus Consultorum
Nicola Albanesi, C.M. (Piacenza); Giorgio Bonaccorso, O.S.B. (Padova); Sebastian Brock (Oxford); Alfredo Di Stefano (Roma); Cristina Dondi (Oxford); Giuseppe Ferraro, S.I., (Cagliari); Roberto Fusco (Roma); Nicola Giampietro (Roma); Manfred Hauke (Lugano); Antony George Kollamparampil (Roma); Natale Loda (Roma); André Lossky (Paris); Dennis McManus (Conception, Missouri); Franco Manzi (Milano); James P. Moroney (Washington, D.C.); Gerard O’Connor (New Bedford, Massachusetts); Juan Manuel Sierra López (Roma); Daniel Van Slyke (St. Louis, Missouri).
Administratio

Centro Liturgico Vincenziano
VIA POMPEO MAGNO, 21 - 00192 ROMA
Tel. +39 06 3216114 Fax +39 06 3221078
clv@rm.nettuno.it - http://www.chiesacattolica.it/clv
All’inizio del 2007, la rivista Ephemerides Liturgicae volge lo sguardo alle sue remote origini, a quel lontano 1887, quando andò in distribuzione il suo primo numero.

Sfogliando quelle pagine, salta all’occhio l’impostazione piuttosto formale, l’uso esclusivo del latino, ma anche l’attenzione all’attualità, le segnalazioni bibliografiche, il commento alle numerose iniziative romane, la soluzione di problemi pratici… Colpisce soprattutto il fatto che, con quel fascicolo, curato dal P. Calcedonio Mancini, C. M., è nata la prima rivista indirizzata in modo specifico e serio al discorso liturgico. Da allora si sono fatti grandi passi avanti.

Lungo gli anni – tanti! – la rivista ha conosciuto difficoltà, ma anche momenti di grande gioia e incoraggiamento, partecipando al movimento liturgico, al quale con piacere crede di avere collaborato in maniera non indifferente. Ephemerides Liturgicae ha conosciuto anche diverse trasformazioni dovute ai cambiamenti nel frattempo verificatisi nella Chiesa e nel mondo.

Si pensi, in modo particolare, alla decisione presa nel 1927, di modificare l’indirizzo della rivista, dopo quarant’anni di vita, potenziando soprattutto la presenza di studi di carattere prettamente storico‑scientifico. Così accanto ai collaboratori dei primi anni, come Mariano Armellini, Pietro Piacenza e molti Confratelli Vincenziani, debuttavano tra noi anche liturgisti del calibro di Kunibert Mohlberg, Theodor Klauser, Camille Callewaert, Jean‑Michel Hanssens, Johann Peter Kirsch, Louis Gougaud, Antoine Chavasse e molti altri.

Durante il Concilio e la successiva fase di realizzazione delle riforme che ne sono derivate, la rivista si è arricchita della collaborazione, oltre di Mons. Annibale Bugnini (che ne è stato anche Direttore per lunghi anni), anche di molti suoi collaboratori, testimoni diretti del lavoro di rinnovamento liturgico nella vita della Chiesa.

Ci rallegriamo di questi e di molti altri aspetti positivi dell’operato di Ephemerides Liturgicae in questi lunghi anni, della dedizione e della valida collaborazione di tante persone fino al giorno d’oggi. Però preferiamo non cedere semplicemente alla nostalgia! Ci sembra, infatti, che sia giunto il momento di intraprendere nuove iniziative che mirino a dischiudere nuove possibilità di contatti, per continuare a collaborare in modo adeguato alla causa della Liturgia.

Tra tali iniziative abbiamo invitato un certo numero di persone che s’interessano di Liturgia e che provengono da varie nazioni e ambienti, ad entrare a far parte del Comitato di Consultori (Coetus Consultorum) di Ephemerides Liturgicae. Man mano che gli accordi si concludono, i loro nomi cominceranno ad apparire sulla copertina della rivista.

Dai nuovi Consultori si attende prima di tutto un dialogo costruttivo su progetti e programmi, ma anche un arricchimento scientifico della rivista o delle sue collezioni, e un canale efficace di informazione e contatti.

Rinnoviamo poi a tutti i nostri lettori che si occupano della ricerca in campo liturgico il cordiale invito ad offrirci articoli per pubblicazione, tenendo conto sia della specifica tradizione e dello spirito irenico della rivista sia dei suoi abituali criteri tecnici. Sarebbe senz’altro bello allargare maggiormente gli orizzonti, tenendo conto, ad esempio, di qualche argomento di agiografia, di arte sacra, di musicologia, di teologia sacramentaria, soprattutto in chiave storica. Chi ci propone un articolo per la prima volta è pregato di accompagnarlo con un suo breve curriculum e con la sua bibliografia, anche perché da ciò può venire uno scambio di vedute che lasci emergere ulteriori progetti.
Stiamo anche maturando alcune idee attorno ad un uso più esteso dell’informatica, così da facilitare la comunicazione e da offrire più informazione di qualità sulle nostre pubblicazioni. Su ciò Vi terremo aggiornati nei prossimi numeri.

Ci fa piacere concludere rammentando l’immensità del discorso della Liturgia, dal momento che essa, attuando in mezzo a noi l’econo­mia di salvezza, il mistero dell’amore divino, dà adito all’infinito di Dio, di cui le innumerevoli e affascinanti immagini del Libro dell’Apocalisse ci offrono una visione che assale e sfida ogni nostra facoltà di comprensione: la Liturgia davanti al trono, la Gerusalemme celeste, il cantico nuovo, il rinnovamento in Cristo di tutte le cose...
Europa
45,00 € /Anno
  • Euro 35,00 (abbonamento)
  • plus
  • Euro 10,00 (spese di spedizione)
Resto del Mondo
50,00€ /Anno
  • Euro 35,00 (abbonamento)
  • plus
  • Euro 15,00 (spese di spedizione)
Italia
33,00€ /Anno

We also accept advance subscriptions for 2 or for 3 years at a time.

Payment in Euro may be made by credit card. We can accept CartaSi, Visa, EuroCard and MasterCard.

Please note that payments made by bank draft must be sent directly to us by recorder-delivery letter. Please note that we accept only payments not involving bank fees.

BancoPosta Italia:
IBAN: IT 64 D 07601 03200 000056307002 (Cod. Swift: BPPIITRRXXX)
Unicredit Banca
IBAN: IT 32 T 02008 05024 000002979960 (Cod. Swift: UNCRITM1B93)

Please, always write down the sender’s name and the number of the document.

Pretium voluminum annorum praecedentium: Euro 39 - Fasciculus singularis: In Italia Euro 8 - Extra Italiam Euro 11 - Fasciculi annorum praecedentium: pretium duplicatur.

Offcanvas Menu